Aumentano gli acquisti online dei capi d'abbigliamento

 






I negozi virtuali dedicati alla vendita di vestiti e accessori prodotti dai brand più noti già dalla loro nascita hanno registrato immediatamente un crescente consenso da parte degli utenti di internet. La possibilità di scegliere online un capo d'abbigliamento o un accessorio di tendenza ha suscitato da subito la curiosità della gente che, prima dell'avvento della rete, era abituata a fare acquisti recandosi presso il negozio della propria città di residenza. Si è valutato con favore il superamento di eventuali ostacoli logistici che il rito tradizionale degli acquisti poteva presupporre a vantaggio di una nuova concezione dello shopping tesa alla velocità e alla comodità. E' facile immaginare dunque che durante la pandemia la necessità di concretare un distanziamento sociale abbia attribuito all'e-commerce un ruolo che è risultato indispensabile. O nella fase dei lockdown più duri o in quella delle chiusure basate sull'indice di contagiosità, le persone hanno potuto usufruire di un servizio online che ha consentito a tutti, anche a coloro che non possono rinunciare a comprare vestiti e accessori di moda, di continuare la loro routine di acquisti. Le società che gestiscono tali e-commerce e le imprese che forniscono il trasporto dei prodotti comprati sulla rete hanno realizzato utili da capogiro nel corso di quest'ultimo anno. Ed è peraltro sensato pensare che il trasferimento sul web di molte attività che prima della pandemia venivano svolte di solito de visu rappresenti una modalità di relazioni commerciali che prenderà in futuro il sopravvento. 


I FATTURATI MILIONARI DEGLI E-COMMERCE E DEL LORO INDOTTO

La trasformazione che la pandemia ha imposto anche ai rapporti commerciali ha indotto famosi brand di moda a ripensare la loro presenza sulla rete fino a concludere che buona parte dei loro profitti deriverà in futuro proprio da una strategia online efficace. Del resto colossi della vendita sul web e mastodontiche società che si occupano del trasporto dei prodotti comprati su internet dagli utenti, hanno conseguito fatturati importanti a tal punto da accrescere in modo esponenziale il valore delle loro azioni in Borsa. Pertanto gli analisti più acuti del mercato ritengono che i rapporti commerciali verranno perlopiù amministrati e sviluppati sulla rete nei prossimi anni. Il che impone alle aziende di progettare una espansione del proprio marchio che tenga soprattutto conto delle potenzialità pubblicitarie e commerciali del web. Pertanto brand di fama internazionale stanno modificando in modo radicale la loro vetrina virtuale traducendola in un agevole e intuitivo e-commerce per i loro clienti. Tale decisione porterà inevitabilmente alla riduzione di negozi per così dire fisici sparsi in tutto il mondo a vantaggio di uno shopping che troverà nel loro negozio virtuale uno store accogliente e sempre fornito. Non è un caso che marchi di alta moda o low cost abbiano già nella prima fase della pandemia programmato la realizzazione di questo rilevate progetto imprenditoriale.